PRO LOCO DI BARCIS

 

logo-barcis1

Sede : Piazza Vittorio Emanuele II, 5 – 33080 Barcis (PN)
Recapito telefonico : 0427 76300
Fax: 0427 764735
Sito: Barcis.fvg.it
Facebook: Pro Loco Barcis

Presidente : Maurizio Salvador
Vice Presidente
: Paola Boz
Consiglieri: Cristina Bet, Mattia Boz, Karan Colussi, Antonino De Filippo, Romina De Lorenzi, Sandro Mian, Claudio Traina
Revisori dei conti: Luigi De Simone, Michele Guglielmi, Roberto Malattia
Segretaria: Daniela Paulon


  

 

bb

 

 

Storia della Pro Barcis
Pur attiva in maniera non ufficiale già dai primi anni ’60 , l’Associazione Pro Barcis è stata fondata formalmente il 10 febbraio 1966 a Barcis, su iniziativa di un gruppo di commercianti, esercenti e privati (ventisette soci fondatori) , con lo scopo di valorizzare ulteriormente il paese già all’epoca a forte vocazione turistica.
Del primo Consiglio di Amministrazione facevano parte tra gli altri Virgilio Gasparini, quale Presidente, Sergio Bruna, Matilde Zanella, Luca Leoni e Romeo Guglielmi, consiglieri. Sin dalla fondazione l’Associazione ha mantenuto fede a quanto previsto dallo statuto occupandosi in particolar modo dello sviluppo e della tutela del lago sul quale si affaccia il paese.
Il 13 marzo 1971 fu eletto Presidente Silvio Lorenzi, rimasto in carica fino al 1980. In quegli anni la Pro Barcis venne iscritta all’Albo Nazionale delle Pro Loco e si diede l’avvio ad una serie di iniziative che contribuirono a portare a Barcis una serie di manifestazioni di forte richiamo: giri ciclistici, lancio di paracadutisti sul lago, regate di vario tipo, folclore e feste popolari.
Dal 1981 al 2004 il timone della Pro Barcis è passato a Elio Messinese che ha operato con generoso impegno per la crescita e lo sviluppo dell’Associazione.
Nel 1983, assieme ad altre 18 associazioni la Pro Barcis si è attivata per la costituzione dell’Associazione fra le Pro Loco del Friuli Venezia Giulia. Dalla primavera del 1990, inoltre, la Pro Loco gestisce l’ufficio turistico IAT, evento quanto mai qualificante per una Pro loco. La prima storicamente in Regione e per un paese che conta poco piu’ di 300 abitanti.
Dal 2002 la Pro Barcis ha aderito al neo costituito Consorzio tra le Pro Loco Meduna Cellina.
In questi anni sono stati lanciate numerose e importanti manifestazioni sportive, dalla Motonautica, alla Vela , al Triathlon, all’Hovercraft.
La Pro Barcis ha prestato attenzione anche alla salvaguardia della cultura locale collaborando nell’ambito del Premio Letterario Giuseppe Malattia della Vallata e contribuendo alla conservazione degli usi e dei costumi locali nonché della storia della comunità.
Nel 2005 la guida della Pro Loco è passata a Maurizio Salvador con l’intento di favorire un ricambio generazionale negli organi direttivi e infatti il nuovo Consiglio di Amministrazione è formato prevalentemente da giovani.

 

 

Breve storia del comune 

L’insediamento di Barcis è uno dei più antichi della Valcellina. La presenza della Pieve di Barcis è testimoniata nella bolla papale di Urbano III datata 1186.
In età medievale – presumibilmente nel 1240 ma forse anche prima – venne fondata la chiesetta votiva di San Daniele del Monte (salendo in località Montarezza dietro il Monte lupo)alla quale accorrevano devoti da ogni parte del Friuli, dal Veneto e da paesi più lontani. La consacrazione avvenne nel 1319 per mano del Vescovo Artico di Castello. Da dottrina ecclesiastica Daniele è il santo protettore dai lupi, orsi e bestie pericolose, pertanto c’è da pensare che essa sia stata intitolata a tale santo proprio per assicurare protezione agli abitanti da tali pericoli. La cappella fu completamente distrutta da un fulmine nel 1806 e oggi non ne rimane che qualche rudere. Essa dipendeva dalla Chiesa di San Giorgio de Cellis che in tutte le scritture ecclesiastiche compariva come ” Mater omnium aliarum Ecclesiarum de Canale da Barzis ” cioè ” madre di tutte le altre chiese del canale di Barcis”. Essa era ubicata alla sommità dell’attuale località Roppe. Lì sorgevano la chiesa, il cimitero ed il villaggio di Cellis. Esso è da considerarsi anteriore a quello di Barcis in quanto a fondazione, ma i due probabilmente convissero per un certo periodo. Cellis scomparve in un anno imprecisato, tra il 1319 ed il 1390, forse in seguito ad uno sfaldamento del Monte Liòuf.

Usi e tradizioni popolari : Tradizionale è la festa del patrono San Giovanni Battista, celebrata da decenni in paese e fissa in ogni anziana memoria. Per l’occasione il piccolo centro ancor oggi si veste di suoni e colori e tutti gli abitanti ne sono coinvolti. Celebrazione religiosa e festa profana per un giorno si uniscono dando vita ad un’atmosfera unica cui Barcis non riesce a rinunciare per calore, vivacità e fantasia. Bancarelle, mercatini, giostre, giochi, musica e danze intrattengono giovani e bambini, adulti ed anziani, barciani e forestieri, perché numerosi sono anche coloro che da fuori ogni anno, per caso per volontà, giungono e partecipano ai festeggiamenti.

In questa come in altre iniziative e manifestazioni, Barcis ripropone ai visitatori alcuni aspetti della propria tradizione ed in particolare è solito far conoscere il proprio costume folckloristico, indossato con orgoglio dalle donne barciane e da tutte coloro che tali si sentono.

L’Associazione:

La Pro Loco di Barcis si costituì nel 1966. Nacque con lo scopo di promuovere il paese ed il suo territorio valorizzando le sue potenzialità e peculiarità a scopi turistici e ricreativi. L’associazione nel corso degli anni ha permesso a Barcis di ritagliarsi un ruolo importante nell’offerta turistici facendo in modo che so collocasse tra i più noti centri turistici della regione. Numerosi sono stati i membri che ne hanno in passato fatto parte e altrettante le manifestazioni a vario livello organizzate. Se tutto ciò è stato possibile è sicuramente anche grazie al contributo di Aurelio Messinese (da quest’anno Presidente onorario della Pro Loco di Barcis) che per ben 27 anni in qualità di Presidente si è dedicato con grosso dispendio di energie e con impegno e dedizione ineguagliabili all’attività dell’associazione. Il rinnovato consiglio ospita oggi un gran numero di giovani, che sulle orme di chi li ha preceduti, si impegnano a lavorare assieme in una comunione di obiettivi.

 

 

 

 

Cosa vedere :

Vecchia strada panoramica della Vacellina – info: 0427 87333

Grotte della vecchia diga, laboratorio didattico
Grotta della Vecchia Diga

Riserva Naturale Forra del Cellina
e Centro Visite del Parco Naturale Dolomiti Friulane (loc. Ponte Antoi)
Centro visite Barcis

Foresta Regionale del Prescudin
Parco Regionale Prescudin

Val Caltea, Malga Valli, bivacchi alpini

Val Pentina e aree di sosta per pic nic

Centro Didattico della Scuola d’Ambiente – 0427 764403

Passeggiata “degli alpini” sul lungo lago

Antico Albergo Centi (risalente al 1500 circa rappresenta architettura tipica)

Chiesa Parrocchiale San Giovanni Battista

Chiesa di San Francesco (loc. San Francesco)

Ospitalità:

Hotel Celis – Albergo/Ristorante- Via Dante,3- Tel. 0427 76376
Albergo Diffuso Lago di Barcis – Dolomiti Friulane – Case albergo- Via garibaldi, 13 – Tel. 333.1631333
Aquila Nera – Ristorante/Enoteca- Via Roma, 18- Tel. 0427 76390
Osteria Ponte Antoi – Trattoria- Località Ponte Antoi, 2- Tel. 0427 76224
Rosanna – Trattoria- Via Dante, 38- Tel. 0427 76064
Area Camper -Località lungolago – Tel. 0427 76014
Casa Val Pentina – Casa per ferie- Via Pentina, 13 -Tel. 0427 76282
Campeggio San Francesco -Località San Francesco -Tel. 0427 76366 , Cel. 331 9450910
Pian dei Tass – Agriturismo- Via Pentina, 13/A -Tel. 0427 76282
Rifugio Vallata – Rifugio con cucina e camere- Località Vallata- Tel. 349 7053300
San Giovanni – Casa per ferie- Via San Giovanni, 1-  Tel. 0427 76069 , Cel. 380 1958750
Fontane – Casa per ferie- Località Fontane- Tel. 0427 76014
Santa Maria – Centro soggiorno sociale- Val Pentina, 3- Tel. 0427 76281
Camere Boz – Affittacamere- Via IV Novembre, 12 – Tel. 0427 76045, Cell. 329.2142170 
Da Fosa – Affittacamere- Loc. Pezzeda, 10- Tel. 0427 76370, Cell. 328.1786858
Bar Alla Frasca, Via Vittorio Veneto, 10 – Tel. 0427 76002
Osteria Agli Alpini, Via Roma, 15 – Cell. 339 6306881

 

brcmod

 

Come arrivare:

Da Venezia: Si prende l’Autostrada della Serenissima con direzione Portogruaro/Pordenone proseguendo poi sull’autostrada A28 per  17.5 Km. Uscire allo svincolo di Zoppola/Valvasone/Vivaro/Spilimbergo/Sequals e si prosegue per Sequals per 23 km. Si seguono le indicazioni per Maniago e si prosegue verso Montereale Valcellina. Da Montereale si prende la SS 251 della Val Cellina e si seguono le indicazioni per Barcis.

Da Udine:  Si segue la SS 464 per Spilimbergo e la si prosegue arrivando a Maniago. Da qui si seguono le indicazioni per  Montereale Valcellina. Si prosegue prendendo la SS 251 della Val Cellina seguendo la segnaletica per Barcis.

Da Pordenone: Prendere la SR 251 e imboccare la SP 19 in direzione Maniago e seguire le indicazioni per Montereale Valcellina. Da qui imboccare la SS 251 della val Cellina seguendo la segnaletica per Barcis.

Da Trieste: Si prende l’autostrada A4/E70 con direzione Udine. Dopo l’uscita Udine/Tarvisio  si prosegue sull’autostrada A23/E55 e si esce allo svincolo di Udine Sud proseguendo poi sul raccordo Ss13-A23. Si imbocca la SS464 verso Spilimbergo-Maniago, e da Maniago si raggiunge Montereale Valcellina. Da qui, si prende la SS251 della Val Cellina e si seguono le indicazioni per Barcis.

 

 

MANIFESTAZIONI 2017 – BARCIS

 

ACCENSIONE DELLE LUMINARIE E DELL’ALBERO DI NATALE – 08/12/2017
Sul lago si respira la magia dell’attesa, Barcis si addobba a festa, grazie all’impegno delle signore del paese, e le fontane e le vie si popolano delle creature dei nostri boschi, sapientemente realizzati in legno da un artigiano locale.

CONCERTO “LIRICHE SPIRITUALI DEL NOVECENTO ITALIANO” NELL’AMBITO DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA SACRA 2017 – 10/12/2017
Nell’ambito della XXVI edizione del Festival dedicato a “Dialoghi di pace”, organizzato da Presenza e Cultura, è in programma il Concerto con Cristina Del Tin, soprano; Liliia Kolosova, mezzosoprano; Daniele Russo, pianoforte. Saranno eseguite musiche di Ghedini, Sofianopulo, Fano, Pizzetti e Respighi.

CONCERTO NATALIZIO DEL CORO “VOCINVOLO” – 17/12/2017
Il coro di Voci Bianche VocinVolo nasce nell’autunno del 2006, è composto da una trentina di elementi che va dagli 8 ai 18 anni. Il repertorio spazia dal canto gospel alla musica classica, dalla musica leggera fino a quella contemporanea.

IL GIRO DEL SLA…GO – 24/12/2017
L’iniziativa giunta alla 8ª edizione prevede una corsa di circa 12 km con due giri del lago e raccolta fondi per la lotta alla Sla. Organizzato in collaborazione con la sezione Asla di Pordenone.

SANTA MESSA DI NATALE CON PRESEPE VIVENTE E CONCERTO DELLA NOTTE DI NATALE DEL CORO MANOS BLANCAS DEL FRIULI ONLUS –  24/12/2017
Dopo la Santa Messa di Natale i bambini di Barcis danno vita al Presepe vivente a cui segue il Concerto della Notte di Natale. I bambini del Coro Manos Blancas del Friuli in coro, con le mani ricoperte da guanti bianchi, non cantano con la voce: cantano con le mani e con i movimenti delle braccia e del corpo, esprimendo e accarezzando la musica. Sono accompagnati dal Coro Vocale ed Orchestra dell’Istituto Comprensivo Margherita Hack di San Vito al Tagliamento. Al termine gli Alpini offrono un brindisi e una fetta di dolce a tutti.

 

palazzo-centi

Palazzo Centi

 

 

 

Commenti chiusi